domenica 21 agosto 2016

A day at the Museum of Science and History - Fort Worth, Tx

Eva and myself have collected a complete photographic documentation of this historical museum during a recent visit at Fort Worth. With the best photos and original descriptions, we have created a short movie visible on youtube: Museum of Science and History

sabato 20 agosto 2016

venerdì 19 agosto 2016

One Day at the Texas Cowboy Hall of Fame - Fort Worth

My wife Eva and myself have collected a complete photographic documentation of this historical museum. With photos and original descriptions, we have created a short movie visible here:
Texas Cowboy Hall of Fame

lunedì 15 agosto 2016

Eva's and Ettore's workplace

Molti nostri lettori hanno espresso la curiosità di sapere dove e come scriviamo i nostri libri ed i nostri documenti che pubblichiamo su Internet.
Ecco qui di seguito le immagini di dove lavoriamo.
Un solo problema: io amo l'elettronica ed i cavi elettrici ... Eva ama l'ordine ed odia la tecnologia. Comunque per questa stanza ho vinto io ... per il momento.

giovedì 4 agosto 2016

Internet è stata una delusione colossale per l'economia

Un interessante articolo che il Dr. William Davidow ha pubblicato qualche tempo fa nell'Harvard Business Review.
Conosco bene questo autore dai tempi quando collaboravamo alla Intel e quando Davidow era vicepresidente e direttore marketing all’Intel e da quando inventò la famiglia di microprocessor che hanno reso famosa la sua azienda.

Nell'articolo Davidow riassume la situazione affermando che “Internet has been long on job displacement and short on job creation”.
Internet ha creato nuove applicazioni e grandi aziende come Google, Facebook, Amazon, ma queste aziende hanno assorbito entrate che provengono da società esistenti senza dare origine ad un vero incremento all’economia nella sua totalità, soprattutto per quanto riguarda l’occupazione.

Per leggere l'articolo originale cliccare qui

lunedì 1 agosto 2016

Telescopio ad onde gravitazionali

Da qualche tempo gli scienziati stanno progettando un telescopio gravitazionale denominato LISA con dimensioni enormi: 5 milioni di kilometri per lato.
 Sarà messo in orbita fra 15 anni e sarà posizionato su un punto dell’orbita terrestre situato ad una distanza pari ad un terzo dell’orbita stessa.
Con questo telescopio gli scienziati vogliono ottenere una risoluzione dieci milioni di volte superiore alla sensibilità del LIGO, lo strumento che per la prima volta l’anno scorso ha rivelato le onde gravitazionali.

Per un confronto il LISA è costituito da bracci estesi per 4 kilometri.
Il Lisa potrà sondare l’origine dell’universo pochi istanti dopo il Big Bang.
Nel mio libro pubblicato di recente ed intitolato Astrofisica 1, ne parlo con grande dettaglio.