sabato 30 maggio 2020

ANTICO VILLAGGIO SOPRA BRE’ (LUGANO)

 
In questo periodo che limita i viaggi ho dedicato la mattina a visitare e fotografare l’antico villaggio che si trova sopra Brè a 1.000 metri di quota. Il monte Brè è parte della città di Lugano e domina il lago di Lugano. Da quel punto molti percorrono sentieri che portano a monte Boglia (1516 m), all’Alpe Bolla (1129 metri) ed altri percorsi che i volonterosi sportivi che amano le lunghe camminate in montagna, non io, durante l’estate si divertono con faticose camminate di ore. Ho parcheggiato l’auto vicino alla chiesa e poi ho esplorato i vicoli che si trovano a poca distanza dalla Chiesa raccogliendo una serie di foto che qui di seguito riporto per i miei follower.



sabato 23 maggio 2020

MAGNIFICO RITORNO FOTOGRAFICO

 
Dopo aver pubblicato il precedente post con la mia foto satellitare realizzata nel 1960 sono andato a riprendere la mia vecchia Rolleicord con cui l’avevo scattata e mi è venuta la voglia di riprovarla: funziona perfettamente! Problema, cercare la pellicola e chi la sviluppa. Incredibilmente, cercando su internet, trovo un negozietto a 10 minuti da casa dove mi precipito questa mattina e trovo la pellicola Ilford FP4 120 per le foto 6x6 cm. e mi dicono che le sviluppano pure. Inizia il mio ritorno alla vecchia mania … con Eva che sussurra “moh ci risiamo, e chi lo vede più!”. Ora posso realizzare foto impossibili con le moderne digitali e ne riporto qui di seguito alcune di allora in cui mi divertivo a fare sovrapposizioni per spaventare gli amici e pose lunghissime, anche di ore. sono foto fatte in casa, a Parigi, a Edinburgo e sfido chiunque a realizzarle con macchine digitali!



venerdì 22 maggio 2020

Satellite artificiale Echo I fotogrfato nel 1960

   Per gli estratti pdf gratuiti di tutti i miei libri cliccare qui 

 In questi giorni ho visto numerosi suggerimenti di come e dove fotografare il passaggio sull’Italia della stazione spaziale. Ho visto anche qualche modesta foto di un cielo nero con un puntino come grande successo nell’essere riusciti a catturare quella stazione. Vorrei solo affermare che modestamente già nel 1960 ero riuscito a catturare fotograficamente il passaggio di un satellite artificiale. Riporto qui di seguito la foto e la nota scansionata dal mio album fotografico ed il negativo originale. Si trattava del satellite americano Echo I, un pallone argentato con superficie riflettente allo scopo di studiare la riflessione a Terra di onde radio. Per riprendere quel passaggio ho usato una macchina Rolleicord a pellicole da 6x6 cm e con una posa di 90 minuti, cosa non possibile con le moderne digitali. Per scattarla posizionai la fotocamera al buio in un angolo scurissimo in campagna, aprii l’obiettivo e tornai dopo un’ora e mezza a chiuderlo. Con grande meraviglia e solo dopo lo sviluppo del negativo potei constatare di essere riuscito a catturare quel satellite che avevo visto anche ad occhio nudo passare sopra di me mentre l’obiettivo era aperto … ricordo d’infanzia meraviglioso!




Articoli che ho pubblicato dal 1959 ad oggi (Ver. 2)

 
Pubblicati 3 libri in formato eBook e cartaceo che raccolgono i miei articoli elencati qui nel seguito (cliccare le immagini per accedere ai libri).

Nota per i lettori della Svizzera Italiana: la versione cartacea di tutti i miei libri è anche disponibile presso la “Libreria Il Segnalibro” di Lugano, Via Pioda 5, Tel. 091-922225,   info@segnalibro.ch


GALLERIE E GRANDI OPERE (dal 2011 ad oggi - maggio 2020)

(Periodico della Società Italiana Gallerie, Politecnico di Milano. Riconosciuto dal CNR)

Intelligenza Artificiale e algoritmi di apprendimento

Entriamo nel mondo del Quantum Computing: ci servirà!

5G: la rete che l'industria tutta non deve sottovalutare

Memristors and super-intelligent engineers (english)

MixedReality: l'olografia si industrializza (4 pagine)

L'impennata dell'Intelligenza Artificiale

IoT, Intelligenza e sensorialità distribuite

AI and Digital Business Transformation (English) 

Globalizzazione: Sudafrica, l’ultimo dei BRICS (12 pagine)

Engineering e Cognitive Lab (3 pacine)

AI: La più grande sfida di tutti i tempi (2 pagine)

Engineering and Artificial Intelligence: a bet into the future. (2 pagine - English)

Intelligenza Artificiale: ci siamo! (2 pagine)

Globalizzazione: Sudafrica (12 pagine)

Globalizzazione: La Russia, un grande Paese alla ricerca della sua nuova identità. (13 pagine)

Globalizzazione: Cina e India, grandi cambiamenti in tre anni. (14 pagine)

Globalizzazione: il Brasile, un oceano di opportunità. (18 pagine)

Globalizzazione: l’India, come affrontare questa nascente superpotenza. (13 pagine)

Globalizzazione:la Cina,come affrontare questa grande sconosciuta. (10 pagine)

Globalizzazione:come affrontarla. (6 pagine)

TICINO MANAGEMENT (dal 2015 ad oggi maggio 2020)
(Mensile svizzero di finanza, economia e cultura)

L'elettrico è una chimera? (in Pubblicazione)

Il virus è tecnologico?

giovedì 21 maggio 2020

LUGANO MERAVIGLIOSO

 
Oggi, giovedì 21 maggio 2020, eccomi qui a Lugano in un giorno di festa. Si, perché mentre in Italia è giorno lavorativo, qui è festivo il giorno di Pentecoste. Ecco che mentre una gran parte dei locali è partita per un lungo weekend i rimasti se la godono tra lido, parco Ciani e ristoranti. Segue una carrellata di immagini raccolte che rivelano un ambiente veramente giocoso … dopo tanta paura.



martedì 12 maggio 2020

LUGANO, L’AGOGNATA LIBERTA’ DI PRANZARE FUORI

 Per gli estratti pdf gratuiti di tutti i miei libri cliccare qui 

E finalmente, disertando il pranzo di casa per al prima volta da mesi, eccomi al centro di Lugano a godermi un attimo d’aria … Sono a Lugano, al Ristorante FEDERALE, in piazza Riforma, proprio di fronte al Municipio e di fianco al noto dolcifico Vanini. Un simpatico gestore Maestri ed una gentilissima bernese mi servono prontamente dopo essersi accertati che fossi nel posto giusto. Una chiacchierata, un caffè e poi il solito giro sul vicino lago, increspato da un po’ di vento e dove ritrovo i tre anatroccoli che già più volte ho fotografato.

Ristorante Federale, Piazza Riforma 6, 6900 Lugano. Tel +41 91 9239175




venerdì 8 maggio 2020

LUGANO RIPRENDE ALLA GRANDE

 Per gli estratti pdf gratuiti di tutti i miei libri cliccare qui 

Ecco il mio giro quotidiano con la immancabile macchina fotografica ... mi sembrava di essere ad agosto. Nota: le panoramiche sono realizzate con più foto riprese con Canon e poi messe insieme con photoshop.





Lago di Lugano, panoramiche col coronavirus

Per gli estratti pdf gratuiti di tutti i miei libri cliccare qui 

ESPERIMENTO FOTOGRAFICO. Nel mio quotidiano giro intorno al lago di Lugano ho realizzato alcune foto panoramiche realizzandole col metodo antico. Invece di usare il semplice smartphone ho utilizzato una Canon SX60 e sovrapposto alcune immagini utilizzando il merge di Photoshop. Ecco il risultato:



sabato 2 maggio 2020

Computer Quantistico

 Per gli estratti pdf gratuiti di tutti i miei libri cliccare qui 

Nota per i lettori della Svizzera Italiana: la versione cartacea di tutti i miei libri è anche disponibile presso la “Libreria Il Segnalibro” di Lugano, Via Pioda 5, Tel. 091-922225,   info@segnalibro.ch

Sull’argomento ho pubblicato un articolo di 2 pagine sulla Rivista svizzera Ticino Management e riportato qui di seguito (  https://bit.ly/3dU6qeB  ). Riassume un argomento per il quale ho recentemente pubblicato un mio libro intitolato “Computer quantistico: la nuova informatica” (  https://amzn.to/2zDecdO  ) e di cui riporto nel seguito alcune immagini. Questo nuovo strumento non rappresenta solo un ulteriore sviluppo dell’informatica, ma la sua realizzazione crea un ponte su un fiume che sembrava invalicabile per effetto della fine della ben nota legge di Moore, quella legge che affermando come i microchip raddoppino la loro capacità ogni 2 anni e che ora appare al suo fine vita.

Ebbene, la natura nel suo profondo,  ci offre una possibilità tecnologica incredibile e cioè quella di utilizzare efficacemente particelle subatomiche le cui leggi sono ben lontane dalla nostra logica classica e che fanno parte della meccanica quantistica.

Grazie alla possibilità di ingegnerizzare macchine che sfruttano i principi di quella nuova fisica oggi si producono computer miglia di volte più veloce del più veloce supercomputer classico. E non solo, sono teoricamente realizzabili computer milioni e forse miliardi di volte più veloci di quanto esiste oggi. Si è aperta all’umanità ed alla sua informatica un’era nuova e le cui implicazioni future non ci è dato di prevedere oggi.

Una domanda che sento spesso è quella di spiegare qual’ è la differenza tra computer classico e quantistico. La risposta apparentemente semplicissima, è la seguente:

Computer classico: cosa fa 2+2?

Semplice: 2+2 = 2+1+1 = 3+1 = 4

Computer quantistico: cosa fa 2+2?

Risposta: 90% è 4, ma se mi dai più tempo ti dico che al 99% è 4! E con ancor più tempo ti dico che al 99,999999% è 4!

Da quanto sopra sembrerebbe che il computer quantistico non sia in grado di eseguire “esattamente” un’operazione così banale. Ed in effetti è proprio così! Ma, e c’è un grande ma: le operazioni nel computer quantistico avvengono secondo i principi probabilistici della meccanica quantistica e ad una velocità miliardi di volte superiore al mondo classico, col risultato che, iterando più volte l’operazione precedente, un computer quantistico darebbe il risultato di 99 virgola migliaia di volte nove in tempi infinitesimi rispetto al risultato esatto del computer classico. In una miriade di applicazioni come, ad esempio, l’ottimizzazione di una rete di trasporto è senz’altro meglio avere un risultato approssimato di pochissimo in pochi secondi che non un risultato esatto in migliaia di anni … e quindi inutile. Qui sta tutta l’essenza del nuovo mondo dell’informatica.

Articolo “Il Computer Quantistico” pdf: https://bit.ly/3dU6qeB

Libro “Computer Quantistico: la nuova informatica”: https://amzn.to/2zDecdO

Libro “Meccanica Quantistica”:  https://amzn.to/3dITZBW